Animali, cresce la consapevolezza. E’ conto alla rovescia per Parma Etica Festival

cows-954002_1920Mentre, dopo la puntata di domenica scorsa di Report, infuria la polemica sull’abuso di antibiotici negli allevamenti italiani, Parma si prepara ad ospitare dal 2 al 5 giugno l’appuntamento (a misura di bambini) per gli amici del veganesimo, dell’ambiente e del rispetto degli animali che la scorsa edizione ha attirato nella città emiliana più di 30 mila persone.

Dopo la notizia di qualche giorno fa del superbatterio resistente all’antibiotico scoperto negli Stati Uniti e la puntata di Report (Rai3) di domenica scorsa sull’abuso di antibiotici negli allevamenti italiani, infuria infatti nel nostro paese la polemica sulle condizioni di vita degli animali da allevamento. Questioni che a Parma verranno ampiamente discusse dal 2 al 5 giugno nel corso del Parma Etica Festival: nella città “regina” delle proteine animali infatti è ormai tutto pronto per la terza edizione, in calendario da giovedì 2 a domenica 5 giugno presso il Parco Eridania. Un Festival ad ingresso gratuito adatto a quanti scelgono di alimentarsi in modo etico, rinunciando alle proteine animali e facendo del rispetto verso tutti gli esseri viventi il centro del proprio stile di vita, ma anche un appuntamento a misura di bambino, con tantissime proposte e laboratori per i più piccoli. 

L’appuntamento, che l’anno scorso ha radunato più di 30 mila persone, si conferma uno dei maggiori eventi etici europei del settore e quest’anno si presenta particolarmente ricco di proposte (fra incontri, stand, ristorazione, spettacoli, mostre e laboratori) disseminate fra le aree coperte e scoperte presenti nel parco. Parma Etica Festival è organizzato dall’Associazione Parma Etica Asd con il patrocinio del Comune di Parma e della Commissione Europea, mentre brilla l’assenza della Regione che paradossalmente ha negato di nuovo il patrocinio gratuito richiamando la scelta di promuovere la dieta mediterranea “che prevede il consumo di tutti gli alimenti, senza nessuna esclusione” (un rifiuto, quello della Regione Emilia Romagna,  che non tiene conto delle posizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sul consumo di carne, né degli aspetti etici legati allo sfruttamento degli animali; in sostegno agli organizzatori è nata spontaneamente dalla gente una petizione online che invita la Regione, a ritornare sui suoi passi).

La gastronomia, gli spettacoli e gli stand

Il fulcro di Parma Etica Festival è ovviamente l’aspetto alimentare e gastronomico, con il ristorante con cucina vegana e crudista e il fast food vegan e con la ricca proposta di corsi di cucina per adulti e bambini (organizzati da più antico circolo di cucina macrobiotica di Parma, Bio Ceres, e dalle chef blogger Annalisa Malerba e Felicia Sguazzi).

Previste anche spettacoli circensi e proposte musicali internazionali con la cantante cilena Paz Gitana e il musicista sacro spagnolo Ravi Ram con il suo concerto di kirtan yoga.

Negli oltre cento stand (tutti rigorosamente etici) sarà possibile trovare spunti per uno stile di vita vegan a tutto campo: dal cibo veg al turismo slow, dalle tecniche olistiche all’abbigliamento 100% vegetale, dalle associazioni in difesa degli animali agli accessori come gioielli e borse realizzati con l’arte del riciclo, fino alla cosmesi vegan).

Le proposte culturali

Di prim’ordine anche il programma culturale, che dopo le anteprime del giovedì prevede una giornata dedicata all’ambiente (il venerdì), una alla salute (il sabato) e una agli animali (la domenica).

Fra gli appuntamenti più significativi, la proiezione gratuita domenica sera 5 giugno del documentario prodotto da Leonardo di Caprio  “Cowspiracy: il segreto della sostenibilità”, nel quale un intrepido regista svela l’industria più distruttiva, l’allevamento di animali, indagando i motivi per cui le principali organizzazioni ambientaliste mondiali hanno paura di parlarne.

Fra i temi più significativi che saranno approfonditi nelle giornate di Parma Etica Festival, l’intervento della scrittrice e documentarista Selene Calloni Williams (venerdì 3 giugno) sulla salute come viaggio attraverso gli avi e come ecologia profonda; il dibattito con lo scrittore Marco Pizzuti (sabato 4 giugno) che presenta il suo libro “Scelte alimentari non autorizzate”, viaggio fra gli interessi delle grandi multinazionali del cibo e la rivoluzione scientifica e culturale della nutrigenomica; l’intervento di Marco Verdone (sabato 4 giugno), che racconterà la sua esperienza di 25 anni a Gorgona, l’ultima isola-carcere italiana, dove circa settante detenuti possono lavorare e beneficiare della presenza di numerosi animali. Il suo libro “L’isola delle bestie” parla di detenzione umana e della condizione animale che in questo luogo, così come in ogni parte della Terra, reclama giustizia e uno sguardo nuovo, per il sogno di un mondo migliore per tutti i viventi. Con Verdone interverranno anche Silvia Buzzelli (docente di diritto penitenziario a Milano – Bicocca) e Maurizio Corsini (medico psichiatra e presidente dell’Associazione per i Diritti degli Animali). Domenica, giornata dedicata agli animali, interverrà fra gli altri Davide Celli (figlio dell’entomologo e scrittore Giorgio), che con Roberto Marchesini e Antonio Ianibelli esplorerà il tema del ritorno dei grandi predatori (lupi, orsi e linci) e del loro valore per l’ecosistema. Infine, domenica 5 giugno è previsto anche un importante appuntamento sul tema della ricerca bio-medica, ossia su come sia possibile fare ricerca senza utilizzare animali, con la partecipazione del criminologo forense e coordinatore di iCare Network Massimo Tettamanti e le consulenti scientifiche Valeria Roni e Mirta Bajamonte.

Le proposte per i più piccoli

Tante le attività possibili per i bambini a Parma Etica Festival: dal laboratorio di clawnerie circense a quello sensoriale-creativo, dal workshop teatrale a quello di cucina, dal “laboratorio di opere d’arte mangiabili” all’attività di falegnameria , dall’attività per bambini indaco finalizzata ad  assecondare il loro sviluppo olistico agli atelier di colori naturali e di eco art therapy  realizzati con materiali cruelty-free, fino ai laboratori con materiali di riciclo – compreso il tetrapak – alla costruzione di coroncine di fiori, al laboratorio delle emozioni e alla danza terapia.

Le mostre

Previste infine anche due mostre: Una vita in difesa del mare,  mostra fotografica itinerante dedicata agli oltre 35 anni di azione di Sea Shepherd Conservation Society; e Abbecedario degli Animali, campagna di comunicazione che mira ad ispirare una riflessione sulla condizione in cui versano molte specie animali, e a risvegliare l’attenzione delle persone verso questi argomenti.

Il programma completo è scaricabile dal sito www.parmetica.com.

Guarda il video di presentazione del festival.