Fiera Quattro Passi – Treviso: al via il primo weekend

logo fieraAprirà le porte sabato 24 maggio e domenica 25 maggio 2014 per il primo weekend della IX edizione.

Tra le attrazioni in calendario Paco Machine, lo street performer “sostenibile”, la “fasceggiata” delle mamme con bimbo, e poi un grande appuntamento il sabato sera: il concerto “La storia siamo noi. Siamo noi questo piatto di grano”, che vedrà insieme Coro Auser, Francesca Gallo, Giorgio Barbarotta, Alberto Cantone, Davide Camerin e SeLaLuna 

Tutto è pronto per l’inizio della IX edizione dellaFiera Quattro Passi,organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia), con Altromercato, Contarina Spa., Coordinamento  provinciale delle Associazioni di Volontariato di Treviso, Novamont Spa e con il patrocinio e contributo di Provincia di Treviso, Regione Veneto e Comune di Treviso, al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia di Treviso - nei weekend del 24 e 25 maggio e del 31 maggio e 1 giugno 2014.

L’invito di quello che è divenuto uno dei principali punti di riferimento nazionali per i settori della cooperazione, dello sviluppo sostenibile e della tutela dell’ambiente, quest’anno è quello di avventurarsi “Alla scoperta del nuovo mondo”. Ci si riferisce ai mondi lontani, dove tradizionalmente il commercio equo è attivo, ma anche a mondi che appartengono al nostro quotidiano e che si concretizzano in scelte e stili di vita alternativi e sostenibili.

I volontari della Fiera, travestiti da moderni pirati, accoglieranno il pubblico (invitato a raggiungere la manifestazione in bici, a piedi o con i mezzi pubblici) e lo guideranno alla scoperta degli espositori distribuiti in quattro aree all’interno del parco (90 il primo weekend e 90 il secondo, 180 in totale): Il veliero di 4Passi, Il porto delle buone idee, La giusta rotta (spazio dedicato a Pace e Sviluppo e Altro mercato con la proposta di prodotti alimentari e artigianali provenienti da progetti provenienti dal Sud del Mondo e di esperienze di economia sociale e carceraria, prodotti realizzati nelle terre confiscate alle mafie e proposte targate Solidale Italiano. Quest’unica area è aperta anche da lunedì 26 maggio a venerdì 30 maggio), La grotta del tesoro.

Qualche curiosità. Tra le esperienze più curiose e interessanti del weekend d’esordio, tutte caratterizzate dalla proposta di percorsi esperienziali, si segnalano la mobilità sostenibile per tutti del progetto trevigiano Movete, le marmellate naturali de Le Monfumine preparate con i frutti dei giardini di casa sui colli asolani, gli innovativi occhiali con i fori stenospeici per una migliore messa a fuoco Reginato di Vicenza, e poi i Mini corsi di cucina Vegan “mordi e fuggi” del gruppo Vegan di Treviso, una linea di calzature completamente ecosostenibili di Risorse Future (progetto del calzaturificio Defa’s di Fermo).

Per le pause di gusto da non perdere una sosta a Shambhala, il juice bar vegano itinerante, un luogo accogliente dove poter gustare frullati e centrifughe di frutta e verdura fresca, té freddi e tisane calde ayurvediche, insalate di pasta e dolci vegani altamente energetici, e lo stand del Ristorante Parco Gambrinus di San Polo di Piave (Treviso) con cucina “con la sola forza del sole”, che proporrà mini piatti e aperitivi a tutte le ore. Alla Cambusa del Pirata Artista, una proposta completa di pietanze per pranzare e cenare a 4Passi: il churrasco, la pizza biologica, il pesce fritto biologico. E ancora gelati e dolciumi per una pausa durante la visita della fiera.

Per le famiglie. Numerosissime le iniziative family friendly, a cominciare dal tour guidato della fiera sabato 24 (ritrovo all’ingresso alle 15,45). Per i bambini più grandicelli dalle 11 alle 19 saranno aperti gli spazi Ludobus e Ludo Roulotte di Spazio Verdeblu e poi tantissimi laboratori, mentre per i piccolissimi sabato 24 maggio alle 17 è prevista la “Fasceggiata”, passeggiata con bimbo a bordo della una fascia con le volontarie dell’associazione Madamadoré Onlus (la fascia sarà messa a disposizione delle mamme e dei papà che non ne dispongano presso lo spazio espositivo dell’associazione).

Non solo, per tutti vi sarà la magia dello spettacolo: l’ospite d’onore del primo weekend sarà Paco Machine, street performer che ha girato tutta l’Europa in bicicletta e che, a poco più di trent’anni ha deciso di scendere dalla cattedra (era insegnante) e di seguire il suo sogno di bambino.

Non ci sarà, infine, il servizio di noleggio passeggini alla fiera ma… ben di meglio: durante le quattro giornate  i bimbi potranno prendere il Mus Navetta (asineria del Giglio, Mestre), ovvero salire in groppa ad un asinello che li accompagnerà per un breve tratto.

Gli eventi del sabato sera. Duplice appuntamento serale sabato 24 maggio. Con “La storia siamo noi. Siamo noi questo piatto di grano”, spettacolo che verrà realizzato dal  coro Auser “In… cantare” dell’Università Popolare di Treviso, diretto dalla nota cantautrice veneta Rosanna Trolese, con la partecipazione straordinaria della fisarmonicista Francesca Gallo, dei cantautori Giorgio Barbarotta, Alberto Cantone e Davide Camerin, e di alcune voci di SeLaLuna. Una sintesi di canti di lavoro e di emigrazione riferiti ad un secolo fa che ci riporterà ad un mondo antico e tradizionale di cui è importante conservare memoria. Il concerto si terrà all’auditorium Sant’Artemio alle 20,45 (Ingresso gratuito. E libero fino ad esaurimento posti). E con “Porto di terra. Il teatro in ogni luogo”, spettacolo di narrazione teatrale di e con Claudio Tomaello e Stefano Bonato alle 21.00 alla Cambusa del Pirata Artista (ingresso libero e gratuito).

 

Per informazioni: www.4passi.org