Paolo e Smilla in sella, domani inizia il tour in sidecar contro il randagismo

IMG_5707 (2)Partenza all’alba da Gorizia, giù verso il Veneto e poi tutta Italia: saranno 19 le tappe del viaggio-denuncia che un cane e il suo umano intraprenderanno per testimoniare la situazione di tanti rifugi dove i cani non più voluti finiscono i loro giorni e per documentare le condizioni difficili nelle quali lavorano tante associazioni. L’arrivo nella città isontina il 1° settembre, con l’accoglienza al Festival Vegetariano, sostenitore dell’impresa. E’ possibile seguire il tour di Smilla e Paolo sul blog, su Facebook e contribuire attraverso la piattaforma di crowdfunding Eppela.

Il sidecar è pronto, i bagagli pure. Soprattutto, sono pronti Smilla e Paolo.

Lei, meticcia di nove anni e mezzo, sa cosa significhi l’abbandono; lui, Paolo Susana, cinquantunenne goriziano, si batte da anni per il rispetto degli animali. Insieme, hanno già viaggiato moltissimo. Domattina all’alba, su una  sidecar colore blu -crema, soprannominata “Ronzinante” in omaggio al Don Chisciotte  di Cervantes, partiranno alla volta del rifugio per cani di Belluno, gestito dall’Associazione APACA Animali Abbandonati.  Da lì, proseguiranno per Isola della Scala (Verona), dove opera “Il Giardino di Jacopo”, e poi Piemonte, Toscana, Sardegna, Lazio, Abruzzo, Marche, Umbria, Emilia Romagna, San Marino, per tornare a Gorizia il 1 settembre in occasione del Festival Vegetariano, dove racconteranno quello che hanno visto e vissuto.

A ogni tappa di questo viaggio-denuncia (19 quelle previste) raccoglieranno informazioni per raccontare i danni che l’abbandono provoca in tanti, troppi, animali e la situazione dei rifugi, dove quelli non più voluti finiscono i loro giorni. Se possibile, scenderanno anche in Campania e Basilicata, dove la situazione è ancora più tragica.

Stamattina, la presentazione dell’iniziativa a Gorizia alla presenza del conduttore di Caterpillar Massimo Cirri, dell’assessore alle attività produttive del Comune Arianna Bellan, del responsabile dello Sportello Quattro Zampe della Provincia Eleonora Zanutel e del direttore del Festival Vegetariano di Gorizia – e fondatore di Biolab, azienda che sostiene il tour – Massimo Santinelli.

La situazione è simile in tutta Italia: canili strapieni e senza soldi, così come i gattili e i rifugi per animali abbandonati. Nei primi tre mesi del 2013, secondo le stime relative a 100 canili italiani monitorati da Aidaa – Associazione italiana difesa animali e ambiente – complessivamente i cani abbandonati ed entrati nei canili sono stati circa 15 mila. Rispetto al 2012 l’incremento di abbandoni di cani e gatti supera il 40%, un trend pericoloso in vista dei mesi estivi, quando ogni anno si registra un’impennata. I dati ufficiali del Ministero della Salute, invece, stimano un numero di cani randagi oscillante tra i 500 mila e 700 mila animali.

“Non esiterò a denunciare situazione ed emergenze che incontrerò nel corso del viaggio” spiega Susana. Accanto a situazioni drammatiche e di emergenza vi sono però anche piccole straordinarie iniziative, avviate da volontari mossi da un grande amore per gli animali e dalla volontà di garantire loro un’esistenza migliore. I protagonisti di Sidecar Smilla porteranno alla luce anche queste, nella speranza che possano essere accolte anche da altri e replicate.

A Volterra (Pisa) è prevista il 2 agosto una “Cena VeGaleotta”, con piatti vegan preparati dai detenuti della locale casa di reclusione. Il 18, a Latina, Smilla e Paolo saranno ospiti dell’Ass. Amici del Cane, un rifugio che ospita ben 1000 cani, completamente gestito da volontari che si autotassano e dedicano tutto il loro tempo a questi animali. Qui, a rendere ancora più drammatica la situazione, il rischio che i cani rimangano senza cibo: la filiale di una grossa azienda alimentare locale, che finora riforniva la dispensa dell’associazione con cibo in scadenza, sta infatti per chiudere. Il giorno dopo, a Supino (Frosinone) Smilla e Paolo conosceranno invece da vicino la splendida esperienza dell’Associazione Progetto Quasi che si occupa della cura e l’adozione di cani disabili e in difficoltà.

E’ possibile seguire giorno dopo giorno il viaggio di Smilla, Paolo e il Ronzinante sul blog sidecarsmilla.blogspot.it e su Facebook (www.facebook.com/sidercarsmilla).

Hastag ufficiale: #sidecarsmilla

Contribuisci al viaggio con una donazione sul Eppela.

Video promo Sidecar Smilla 

 Per informazioni: sidecarsmilla@eventgreen.org.