Archivi Mensili: luglio 2011

La Cooperativa Verlata mette in scena accoglienza e integrazione con “Il Meglio di… Verlata Teatro”

Lo spettacolo a favore dell’Associazione Le Chiavi di Casa sarà sul palco venerdì 29 luglio alle ore 21.00 in Villa Cita a Montecchio Precalcino. La Cooperativa Sociale Verlata presenterà lo spettacolo teatrale “Il meglio di… Verlata teatro” che raccoglie le scene più significative del repertorio del gruppo teatrale che hanno per centro il corpo e i linguaggi del gioco, della danza e del movimento.  (altro…)

Festa d’estate: Luca Bassanese incontra e racconta le persone senza dimora. Reading con le storie di “Scarp de’ Tenis” a Vicenza

Ieri sera, 25 luglio, nella parrocchia di San Giorgio a Vicenza la festa e’ riuscita nonostante il maltempo. Protagoniste le persone senza dimora arrivate a frotte dall’albergo cittadino e da Casa San Martino, ma anche dai luoghi invisibili dove d’estate cercano riparo per la notte quelli che un tetto non ce l’hanno proprio. Il motivo era un incontro con il musicista vicentino Luca Bassanese. (altro…)

Corno d’Africa: la crisi si estende, dalla Caritas aiuti immediati e l’invito a riflettere sulle cause

Vicenza, 25 luglio 2011. Sale il numero delle persone colpite dalla carestia nell’Africa orientale. Undici milioni e 300.000 persone hanno bisogno di assistenza alimentare. Somalia,  Etiopia, Kenya, Repubblica di Gibuti, Eritrea i paesi gia’ fortemente colpiti, Sud Sudan, Uganda e Tanzania quelli a rischio. Se la Somalia e’ il paese piu’ colpito, a causa della situazione di anarchia e di conflitto in cui il versa da anni, anche negli altri paesi la carestia si sta espandendo. (altro…)

Disagio psicologico: una sofferenza diffusa che non tutti possono alleviare

L’analisi di tre anni di attività dello sportello di sostegno psicologico della Caritas Vicentina

Da tre anni ha preso forma lo Sportello di sostegno psicologico della Caritas Vicentina: uno spazio di prossimità – di cui oggi è possibile delineare una sintesi quantitativa e qualitativa (PDF) – il cui profilo è riassumibile in quattro parole: sofferenza, urgenza, mancanza di possibilità economiche, consapevolezza. (altro…)