Archivi Mensili: settembre 2009

TREVISO CAPITALE DELL’ECONOMIA SOSTENIBILE – 30.000 VISITATORI PER L’EDIZIONE TREVIGIANA DI “QUATTRO PASSI VERSO UN MONDO MIGLIORE”

Un pubblico “da partita di calcio” per la fiera organizzata dalla Cooperativa sociale Pace e Sviluppo e patrocinata dal Comune di Treviso: a conferma della sensibilità di Treviso per il mondo dell’equo e solidale

E’ stata una risposta calorosa e oltre ogni aspettativa in termini di partecipazione, oltre 30.000 visitatori, quella che Treviso ha riservato alla fiera “Quattro passi verso un mondo migliore”, promossa dalla Cooperativa sociale Pace e Sviluppo con il patrocinio del Comune di Treviso, della Provincia di Treviso e della Regione Veneto, del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, dell’Arpav e del Comune di Maserada sul Piave, che quest’anno da Maserada sul Piave (TV) si è trasferita nel capoluogo, dove si è svolta venerdì, sabato e domenica scorsi.

E’ stato senza alcun dubbio un evento dai grandi numeri: 30 mila i visitatori, il doppio rispetto allo scorso anno, incuriositi dalle numerose e originali proposte contenute nel programma della manifestazione e incentrato sul tema “Riprendiamoci la terra!”, tutte assolutamente pratiche e percorribili da tutti i cittadini. Famiglie con bambini, giovani, adulti e anziani hanno visitato gli stand degli oltre 100 espositori presenti, guidati e assistiti da circa 300 volontari e da 100 scout. Il programma ha previsto più di una dozzina di laboratori e oltre una decina di incontri di approfondimento, proiezioni e spettacoli di giocoleria, teatro di strada, due equo, novità di quest’anno, nella mattinata di sabato 26 la visita di 18 classi delle scuole primarie e secondarie trevigiane, per un totale di 450 ragazzi.

Un segnale che ci deve far riflettere – commenta Alessandro Franceschini, presidente di Pace e Sviluppo. – Ormai Quattro Passi è diventata uno degli eventi più importanti a livello nazionale dell’economia solidale e sostenibile. Sicuramente il più importante del Nordest. E Treviso sta diventando un punto di riferimento per questo movimento. Un ruolo che la nostra città deve giocare con responsabilità e impegno”.

Un successo che ha riconfermato ancora una volta l’impegno e la voglia di credere in un futuro più sostenibile a livello sociale ed ambientale e che fa di “Quattro passi” uno tra gli eventi dedicati all’economia solidale più attesi e seguiti a livello nazionale.

“La risposta del pubblico è stata grande, forse non solo mossa da curiosità, ma per la reale preoccupazione e consapevolezza che bisogna porre rimedio alla situazione del nostro martoriato pianeta.- ha sottolineato Stefano Bastianetto, assessore alle Attività produttive del Comune di Treviso – In questo contesto ognuno deve fare la sua parte, le istituzioni come le aziende, ecco che Pace e Sviluppo in questa tre giorni ha saputo cogliere l’esigenza di garantire, ad ogni singolo cittadino, un futuro. E lo ha fatto, lo abbiamo fatto, in modo immediato, offrendo semplici consigli, soluzioni realizzabili da ognuno di noi nella quotidianità, accanto a progetti e soluzioni tecniche di maggiore ampiezza. Un grazie per i preziosi contributi forniti, in particolare ai trecento volontari e ai cinquecento studenti che hanno dimostrato, con la loro non facile passeggiata ecologica, che anche le piccole – ma la loro è stata grande – azioni servono a creare quel necessario movimento d’opinione che responsabilizzi la nostra presenza in questo mondo terreno. Ed una promessa, affinché Treviso, città d’arte, città capoluogo, non perda il prossimo anno questo importante appuntamento, che può contribuire a farla assurgere allo status di città ambientale del Veneto”.

Ieri pomeriggio, a chiusura della fiera, è stato consegnato il premio “Quattro passi… avanti” assegnato alla Cooperativa sociale  Alternativa di Vascon di Carbonera (TV), realtà che attiva percorsi riabilitativo-occupazionali per persone in situazioni di devianza ed emarginazione sociale, occupati nella produzione e vendita di prodotti ortofrutticoli e alimentari biologici.
Al termine della manifestazione è stata anche effettuata l’estrazione della lotteria di “Quattro passi”: tutti i biglietti vincitori sono pubblicati nel sito www.fieraquattropassi.org.

Per informazioni: www.fieraquattropassi.org;

Ufficio stampa “Quattro passi verso un mondo migliore”

Ilaria Tonetto

Tel. 0422 460836 – cell. 348 8243386

koine@koinecomunicazione.it

“QUATTRO PASSI VERSO UN MONDO MIGLIORE”: DOMANI SABATO 26 SETTEMBRE IL CORTEO ECOLOGICO DEGLI STUDENTI TREVIGIANI

450 ragazzi visiteranno la manifestazione raggiungendo l’area Dogana di Treviso, dove la fiera è allestita, a piedi dal centro della città.

Sabato (dalle 9 alle 24) e domenica (dalle 9 alle 19) numerosi appuntamenti, incontri, proiezioni, laboratori per l’autoproduzione e iniziative per i bambini.

Saranno 18 classi delle scuole primarie e secondarie trevigiane (10 classi delle scuole medie e 8 classi del Liceo trevigiano “Duca degli Abruzzi”), per un totale di 450 ragazzi, che, avendo aderito alla proposta didattica progettata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo in collaborazione con il Laboratorio Scuola e Volontariato del Coordinamento delle Associazioni di volontariato della provincia di Treviso, domani sabato 26 settembre in mattinata raggiungeranno a piedi dal centro di Treviso l’area Dogana (attorno alle 11), dove la fiera “Quattro passi verso un mondo migliore” è allestita da ieri pomeriggio. Un corteo “ecologico”, che bene interpreta e trasmette il messaggio di sostenibilità della manifestazione: scegliere un modello di alimentazione e di consumo responsabile, rispettare la terra e chi la lavora al Nord e al Sud del mondo  sono infatti sfide importanti che possano essere vinte stimolando la curiosità e la sensibilità crescenti delle nuove generazioni.

Una volta raggiunta “Quattro passi”, dedicata quest’anno al tema “Riprendiamoci la Terra!”, gli studenti saranno guidati dalle stesse educatrici che nel corso degli ultimi due anni hanno collaborato con la cooperativa Pace e Sviluppo per raggiungere con varie attività didattiche oltre 5.000 studenti; ciascuna classe sarà accompagnata alla scoperta delle tre principali tematiche che caratterizzano la fiera: coltivare la terra, rispettare il suolo e costruire il territorio, attraverso testimonianze dirette di alcuni espositori e attività di sensibilizzazione e informazione.

Da segnalare, inoltre, nel folto programma di sabato 26, alle 17,30 nello spazio Penso dunque sono la presentazione in anteprima nazionale del libro “Riprendiamoci la Terra!”, manifesto della quinta edizione della fiera “Quattro passi” scritto da Alessandro Franceschini, presidente della Cooperativa Pace e Sviluppo (organizzatrice dell’evento). Un percorso all’insegna della sostenibilità che va dagli orti bioconviviali all’impegno civico per un consumo critico di terreno e territorio.  Presenta Pietro Raitano, direttore di Altreconomia – l’informazione per agire.

Numerose saranno poi le proposte e i laboratori per “imparare a far da sé”: alle 16 toccherà alla pasta fatta in casa, mentre alle 17,30 si parlerà di cosmesi ecologica e naturale, infine, alle 19, verrà spiegato come recuperare le strutture in legno.

Per i bambini: asinelli dal vivo e storie che li vedono protagonisti dalle 16,30, e alle 18,30 letture animate e storie a sorpresa.

La serata, che terminerà alle 24, sarà all’insegna dello spettacolo: dalle 21 spettacolo del Gruppo Giocolieri Treviso (“Le mille e una sorpresa del cirqueolé!”) e alle 21,30 la Compagnia Shiki tiki tà si esibirà nella danza del ventre, ballo dalle origini antichissime per celebrare la fertilità di Madre Terra.

Domenica 27, altra giornata ricca di appuntamenti, si ricorda il dibattito “Un caffé, corretto, grazie!”, alle 14 nello spazio Penso dunque sono: in Italia il caffè è un simbolo di eccellenza nazionale, nel mondo un prodotto fondamentale per la sopravvivenza di oltre 125 milioni produttori; la trasparenza e l’eticità della filiera del caffè in un mercato mondiale più sensibile ai profitti che ai diritti sarà discussa da Alessio Baschieri – ICEA (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale), Maria Moretti – Ctm altromercato, Chiara Sempio – ActionAid, Paolo Pasotre – Fair Trade Italia, parteciperanno anche alcune figure rappresentative di aziende operanti nel mondo del caffè tra cui Goppion caffè.

Alle 14,30 nello spazio Buono e gusto, poi, sfilata con i prodotti in lana realizzati a mano dalle artigiane dei Centri femminili di Salinas (Ecuador) importati dalla Cooperativa Pace e Sviluppo.

Oltre a numerose e interessanti altre proposte, alle 18 presso lo spazio Penso dunque sono, il dibattito “Ripensare il futuro con energia solare. Consigli ed esperienze nel campo dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili”: dai quotidiani atteggiamenti domestici agli investimenti strutturali, consigli per risparmiare energia e costi. Introdurrà Nicola Passuello di RiEnergie srl di Ville del Conte (Padova), e interverranno Luciano Sonda di Isolare di Romano d’ Ezzelino (Vicenza) – Isolamenti naturali contro la dispersioni termiche ed acustiche, Nicola Passuello di RiEnergie srl di Villa del Conte (Padova) – Fotovoltaico e solare termico: saper distinguere, scegliere in modo funzionale, Mauro Moretto dell’Associazione AriaNova Sostenibile di Pederobba (Treviso) – Il GAS Fotovoltaico: l’esperienza di un gruppo di acquisto solidale. Modererà Luca Martinelli, redattore di Altreconomia – l’informazione per agire.

I laboratori in programma domenica saranno due: per imparare ad autoprodurre il sapone e ad intonacare con la terra cruda.

Per i bambini: dalle 10 alle 18 “In carrozza… si parte!”, passeggiata a bordo della carrozza trainata dalle cavalle Olga e Palmira (predisposta anche per bambini con handicap fisico). E poi “Cosa sogna la cicogna”, storia sotto forma di filastrocca che racconta come sono nati le cicogne e i colori nel mondo, il laboratorio di manipolazione creativa della terra cruda alle 16 e il laboratorio grafico per disegnare il pianeta colorandolo con i colori offerti dalla natura alle 14,30.

Al termine della fiera (18,30) è prevista la premiazione dell’espositore che avrà rappresentato in modo più originale e interessante il tema della fiera presso il proprio stand, votato da amministratori, relatori e tutti i visitatori. Successivamente saranno estratti i vincitori della lotteria di “Quattro passi” tra coloro che avranno acquistato uno o più biglietti.

Orari:

sabato 26: dalle 9 alle 24

domenica 27: dalle 9 alle 19

Ufficio stampa “Quattro passi per un mondo migliore” 2009

Koinè comunicazione – Ilaria Tonetto

Tel. 0422 460836 – cell. 348 8243386

koine@koinecomunicazione.it

“QUATTRO PASSI VERSO UN MONDO MIGLIORE”: DOMANI VENERDI’ 25 SETTEMBRE APRE I BATTENTI

Inaugurazione alle 16 presso l’area Dogana di Treviso con l’assessore regionale al bilancio e alla cooperazione Marialuisa Coppola.

Venerdì 25 alle 16 nella zona Dogana di Treviso la fiera “Quattro passi verso un mondo migliore”, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo con il patrocinio del Comune di Treviso, della Provincia di Treviso e della Regione Veneto, del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, dell’Arpav e del Comune di Maserada sul Piave, aprirà ufficialmente le porte ai visitatori, che vi potranno trovare consigli pratici e proposte inedite per “salvare il pianeta” partendo dai piccoli gesti quotidiani.

“Riprendiamoci la Terra!” è infatti il tema della quinta edizione della manifestazione, divenuta negli anni uno degli appuntamenti di maggior rilievo e interesse per quanto concerne le tematiche  della cooperazione, dello sviluppo sostenibile e della tutela dell’ambiente a livello nazionale.

(altro…)

FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’ ECONOMICA: +238% A FINE ANNO LE RICHIESTE DI AIUTO IN CARITAS. URGONO NUOVI VOLONTARI AGLI SPORTELLI

In soli sette mesi giunte le stesse richieste di aiuto dei tre anni precedenti.

Un appello perché ognuno faccia la sua parte.

La Caritas Vicentina organizza un nuovo corso di formazione destinato a preparare nuovi volontari da affiancare a quelli già operanti nei 13 sportelli (ad Asiago, Arzignano, Bassano del Grappa, Dueville, Lonigo, Malo, Montecchio Maggiore, Noventa Vicentina, Piazzola sul Brenta, San Bonifacio, Schio, Valdagno e Vicenza) del microcredito etico-sociale. Sono per lo più persone con alle spalle anni di lavoro in banca, che si rivela particolarmente utile nell’intensa attività di accompagnamento, informazione e mediazione con i servizi sociali e le finanziarie che costituisce l’ossatura di questi due servizi. I 120 volontari infatti sono molto sotto pressione e per poter garantire l’intensa mole di lavoro dei servizi del microcredito etico-sociale e del Fondo straordinario di solidarietà per chi ha perso il lavoro servono nuove energie. «Per questo lanciamo un appello ad iscriversi a operatori bancari o comunque a persone che abbiano competenza professionale da regalare alle famiglie provate dalle difficoltà economiche» sottolinea don Giovanni Sandonà, direttore della Caritas Vicentina. Il corso inizierà il 22 ottobre a Vicenza presso la sede Caritas e prevede quattro incontri, tutti il giovedì sera. Per informazioni e iscrizioni: www.caritas.vicenza.it, responsabilitasociale@caritas.vicenza.it, tel. 0444 304986.

(altro…)

A PRANZO PER L’ADVAR

Domenica 27 settembre l’associazione invita amici e sostenitori al ristorante Al Migò di Treviso

Con l’arrivo dell’autunno torna, come ogni anno, il ricco calendario di iniziative promosse dall’Advar, associazione impegnata nell’assistenza ai malati di cancro in fase terminale: si inizierà domenica 27 settembre, con l’ormai tradizionale appuntamento “A pranzo per l’Advar”, volto a sostenere l’attività di assistenza volontaria svolta dall’associazione.

L’appuntamento a tavola è per le 12,30, nell’ormai familiare e sempre piacevole contesto del ristorante Al Migò di Albertini, Merotto e Migotto presso Ca’ del Galletto, Treviso. Il pranzo sarà un’occasione per gustare l’ottima cucina del rinomato ristorante trevigiano, un’opportunità per ritrovarsi insieme e, soprattutto, un piacevole modo di sostenere la più importante e impegnativa attività dell’associazione, ovvero l’attività di assistenza volontaria.

Per prenotazioni e informazioni: Advar, p.le Pistoia 8, Treviso – tel. 0422 432603, email: info@advar.it, sito web www.advar.it.

Ufficio stampa Advar Onlus

Ilaria Tonetto
koiné comunicazione
tel. 0422 460836; cell. 348 8243386
koine@koinecomunicazione.it

“IL BUDDISMO E IL PROBLEMA DELLA MORTE”: MARTEDI’ 22 SETTEMBRE PRESSO L’HOSPICE CASA DEI GELSI – TREVISO

Terzo appuntamento dedicato alla spiritualità organizzato dal progetto Rimanere Insieme dell’Advar. Interverrà Giangiorgio Pasqualotto.

Un terzo incontro, “Il buddismo e il problema della morte”, martedì 22 settembre chiuderà il ciclo degli appuntamenti incentrati sul tema della spiritualità come bene antropologico universale che hanno arricchito la vasta proposta culturale di Rimanere Insieme, progetto dell’Advar per l’elaborazione del lutto che quest’anno festeggia i dieci anni di esistenza, presso l’hospice Casa dei gelsi in via Fossaggera 4/c a Treviso alle 20,30.

Il primo incontro, “L’esperienza della morte nell’Islam”, dello scorso 11 giugno, ha visto l’intervento di Enzo Pace, docente di Sociologia delle religioni presso l’Università di Padova. Il secondo appuntamento, il 26 giugno, ha invece previsto la partecipazione di Gustavo Guizzardi, professore di Sociologia della Cultura presso l’Università di Padova, che ha affrontato il tema “Rapporto tra persone e istituzioni – Qualità di vita di fronte alla morte”.

La prossima conferenza, infine, sarà condotta da Giangiorgio Pasqualotto, docente di Estetica e Filosofia delle culture presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Padova: nel corso della serata si approfondirà quale sia la risposta della tradizione buddista all’esperienza della malattia, della morte, del lutto.

All’estero, infatti, cultura e principi buddisti sono presenti con una certa frequenza nel mondo delle cure palliative, e l’approccio alla sofferenza, specifico, desta l’interesse di quanti a vario titolo  sono chiamati a confrontarsi con la morte e con il dolore.

I partecipanti saranno sollecitati oltre che ad intervenire in merito alla relazione di Pasqualotto facendo presenti bisogni, ponendo domande, e formulando proposte di ulteriori percorsi per esplorare altri pensieri, culture e risorse, capaci di offrire lumi e conforto agli oggi affrontano morte e lutto.

Ingresso libero. Attestato di partecipazione su richiesta.

Per informazioni: Rimanere Insieme – Advar, tel. 0422 358340, email: rimanereinsieme@advar.it, www.advar.it;

Ufficio stampa Advar Onlus

Ilaria Tonetto
koiné comunicazione
tel. 0422 460836; cell. 348 8243386
koine@koinecomunicazione.it