Archivi Mensili: febbraio 2009

SLOW FOOD E ACCADEMIA DEL MIELE MIELIZIA INSIEME PER FAR SCOPRIRE I TESORI DELL’ALVEARE

A Bologna, un percorso tra i colori e i territori del miele il 17, 24 e 28 marzo

Tre appuntamenti per scoprire il sorprendente mondo del miele. La proposta è della condotta di Bologna di Slow Food e dell’Accademia del Miele Mielizia, che propongono il 17, 24 e 28 marzo un suggestivo percorso fra i segreti del “nettare degli dei” e dei territori che ne sono culla.

Dopo il successo dell’edizione 2008, “I Tesori dell’Alveare” si terrà quest’anno Bologna e nella vicina Monterenzio rispettivamente presso il “Centro Natura” in via Degli Albari, 6

(i primi due incontri, alle 20.30) e la sede di Conapi in via Idice 299, il Consorzio Apicoltori ed Agricoltori Biologici Italiani (il terzo incontro, dalle 10 alle 13), che è il maggior produttore italiano ed europeo di miele biologico e di qualità.

Ciascun miele, da quello di acacia a quello di castagno, dal millefiori a quello più ricercato di sulla, sono infatti il frutto della speciale relazione che unisce api, apicoltore e ambiente e in esso si ritrovano i diversi territori, espressi dalla diversità di colori, aromi, gusti e consistenze. In una parola, ogni miele è unico ed esplorare questa unicità significa scoprire anche i diversi usi e i molteplici abbinamenti che lo valorizzano. Per apprezzare un miele non è sufficiente infatti assaggiarlo; è indispensabile conoscerne il contesto geografico, l’origine e le fasi di produzione, scoprendone anche sostenibilità ambientale e il significato culturale. Un mondo che sarà possibile conoscere sotto la guida della biologa Lucia Piana, che accompagnerà i partecipanti anche attraverso l’analisi sensoriale e la degustazione guidata di dieci diversi tipi di miele.

L’ultima tappa del percorso sarà “dal favo al vaso”: la visita allo stabilimento di Conapi che permetterà di conoscere tutte le fasi della lavorazione, dal conferimento degli apicoltori alle analisi, fino al confezionamento finale. Si avranno così gli strumenti per distinguere un miele buono e sano, per valorizzarlo nell’alimentazione quotidiana e per riscoprirlo come ingrediente in cucina e pasticceria. La mattinata si concluderà con uno stuzzicante ApeRitivo con assaggi di risotto al miele, abbinamenti con formaggi e crostini e, per finire, un buon dolce a base di miele.

I posti a disposizione sono 25.

Info e prenotazioni: 347.8711832 – 051 235643

———————-

UFFICIO STAMPA

Koiné Comunicazione – tel. 0445 1888703

Mariagrazia Bonollo – mob. 348 2202662

koine@koinecomunicazione.it

grazia@koinecomunicazione.it

MIELIZIA

Il protagonismo dei produttori e dei territori, la ricerca della qualità e della bontà, la valorizzazione dei consumatori, il rispetto dell’ambiente. Sono questi i principi di Mielizia, il marchio attraverso il quale apicoltori di tutta Italia riuniti nel Conapi (Consorzio Apicoltori ed Agricoltori Biologici Italiani) offrono i frutti del loro lavoro. Dal Piemonte alla Sicilia, più di mille soci raccolgono i diversi tipi di miele (biologico e convenzionale: di acacia, di castagno, di arancio, di bosco, millefiori, di eucalipto) e lo invasettano così come la natura lo ha voluto, aggiungendoci solo la passione per il proprio lavoro, l’esperienza e rigorosi controlli di qualità. Sotto il marchio “Accademia del Miele” Mielizia raggruppa tutte le proprie iniziative per far conoscere al grande pubblico il mondo di questo straordinario e a volte poco conosciuto alimento.

Alce Nero & Mielizia SpA, via Idice 299 – 40050 Monterenzio (BO) – tel. 051 6540211 – www.alceneromielizia.it

IN ITALIA PERCY SCHMEISER, CONTADINO “NOBEL” CONTRO GLI OGM

L’agricoltore canadese sarà ospite di quattro città con la moglie. Prima tappa a Milano, il 26 febbraio, all’Atahotel FieraMilano

“Mia moglie ed io abbiamo 77 e 78 anni. Non sappiamo quanti anni abbiamo ancora a disposizione e come nonni ci chiediamo che tipo di eredità vogliamo lasciare ai miei nipoti. I miei nonni e i miei genitori mi hanno lasciato un’eredità di terra coltivabile, io non voglio lasciare un’eredità di terra, aria e acqua sature di veleni”.

Percy Schmeiser

I “Davide contro Golia” degli Ogm saranno in Italia a fine febbraio. Percy e Louise Schmeiser, coppia canadese di agricoltori ultrasettantenni insignita nel 2007 del Right Livelihood Award (il premio Nobel alternativo) e considerata una dimostrazione vivente dei rischi connessi alle coltivazioni biotech, incontreranno infatti i cittadini di Milano, Bologna, Firenze e Roma. L’iniziativa, frutto della collaborazione tra i negozi B’Io e NaturaSì, Coop, Confederazione italiana agricoltori e la Commissione internazionale per il futuro dell’alimentazione e dell’agricoltura, prende il via giovedì 26 febbraio, alle ore 18.00 presso l’Atahotel Fieramilano (in Viale Boezio 20), dove gli Schmeiser racconteranno la loro storia e risponderanno alle domande del pubblico. Gli appuntamenti successivi si terranno il 27 febbraio (Bologna), 2 marzo (Firenze) e 4 marzo (Roma).

(altro…)

MARTEDI’ 24 FEBBRAIO: CARNEVALE CON L’ADVAR

Dalle 13,30 i volontari dell’associazione trevigiana saranno presenti con una bancarella sulle Mura di S. Teonisto – Treviso: per tutti crostoli, frittelle, coriandoli e informazione

Quanti si recheranno ad assistere alla tradizionale sfilata dei carri allegorici nel centro cittadino martedì 24 febbraio potranno anche trovare sulle Mura di S. Teonisto (in prossimità di Porta Fra’ Giocondo, a partire dalle 13,30) una bancarella Advar, associazione impegnata nell’assistenza ai malati di cancro in fase terminale: i volontari offriranno i tipici dolci carnevaleschi, frittelle e crostoli preparati da loro stessi, e coriandoli a fronte di un piccolo contributo.

Non solo, i volontari presenti, circa una quindicina (in totale quelli impegnati in raccolte fondi e promozione, detti “volontari argonauti”, sono circa 90; i volontari che si occupano di assistenza domiciliare sono invece ) riconoscibili dal distintivo apposto sul petto, percorreranno le vie cittadine per offrire informazioni e materiali riguardanti l’Advar e le sue attività.

Per informazioni: Advar, tel. 0422 432603, email: info@advar.it;

Casa dei gelsi, tel. 0422 358311, email: casadeigelsi@advar.it

Ufficio stampa Advar Onlus

Ilaria Tonetto

Koiné Comunicazione
tel. 0422 460836; cell. 348 8243386
koine@koinecomunicazione.it

RECESSIONE: DALL’INCONTRO DEL VESCOVO DI VICENZA CON LE ISTITUZIONI E GLI ATTORI SOCIALI IMPORTANTI INIZIATIVE DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE

In occasione dell’incontro della Conferenza Episcopale Triveneta dell’08 gennaio 2009 i Vescovi, prendendo atto delle gravi conseguenze portate dalla crisi economica e lavorativa nel nostro territorio, hanno chiesto alle comunità cristiane di individuare le strade più efficaci per portare un aiuto concreto a chi si trova nel bisogno. Preoccupato per la situazione economica vicentina e mosso “dal dovere di concorrere al bene comune nel territorio diocesano”, il Vescovo di Vicenza Cesare Nosiglia ha chiesto un incontro alle istituzioni e ai rappresentanti delle organizzazioni economiche e sociali vicentine per “poter capire come e cosa la Chiesa vicentina possa intraprendere per essere parte di un indispensabile agire corale”.

(altro…)

BIOFACH: GLI ORIZZONTI INTERNAZIONALI DI ALCE NERO E MIELIZIA PASSANO PER LA GERMANIA

Alce Nero & Mielizia torna al Biofach, la più importante fiera internazionale sul biologico che si svolgerà a Norimberga dal 19 al 22 febbraio 2009. È questo un segno forte dell’impegno del gruppo sui mercati esteri: dopo la più che decennale presenza sui mercati asiatici, l’ingresso in quello statunitense e l’ottenimento della certificazione biologica per Alce Nero per il mercato cinese lo scorso anno, il prossimo obiettivo è una crescita ulteriore in queste aree ed una maggiore penetrazione in Europa quale bandiera del bio “Made in Italy”. Un impegno, quello dell’export, che ha rappresentato nel 2008 il 15 per cento del fatturato complessivo.

(altro…)

“LA MALATTIA: PERCORSI E TRACCE”. RITORNANO GLI INCONTRI CULTURALI ADVAR

Rinnovati nella formula, associano all’approfondimento di un tema caro all’associazione un piacevole momento musicale.

Primo appuntamento sabato 14 febbraio, alle 16 nella Chiesa di Santa Croce, Treviso.

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il ciclo degli “Incontri culturali” dell’Advar: per l’edizione 2009, la diciannovesima, il comitato scientifico dell’associazione impegnata nell’assistenza ai malati di cancro in fase terminale ha scelto di approfondire in tre tappe il tema “La malattia: percorsi e tracce”. Si tratta di un percorso che indagherà nel vissuto dei malati e di coloro che si occupano dell’accompagnamento nella malattia, con un’apertura finale alla riflessione sul “dopo”, sui sentimenti e prospettive al termine della malattia e quindi della vita.

Quest’anno viene introdotta inoltre una novità: al termine di ogni incontro, per legare approfondimento scientifico e cultura, sarà offerto un piacevole momento musicale.

L’incontro inaugurale si terrà sabato 14 febbraio alle 16 presso la Chiesa di Santa Croce nel Quartiere Latino a Treviso e sarà intitolato “Vissuti ed esperienze nelle tre fasi della vita”: in questo primo pomeriggio si indagheranno emozioni e vissuti dei malati, nell’infanzia, nell’età adulta e nella vecchiaia.

Franca Benini, oncologo pediatra dirigente medico dell’Università di Padova, porterà la propria esperienza raccontando il modo di affrontare la malattia da parte dei più piccoli. Alberto Cester, direttore del Dipartimento di Geriatria dell’Ulss 13 (Mirano e ospedale di Dolo), affronterà invece il tema relativamente alla terza età e Nilla Verzolatto, psicologa e psicoterapeuta del Servizio di psicologia clinica D.S.M. dell’ospedale di Portogruaro, racconterà sentimenti, ansie e dubbi degli adulti. Modererà Alessandro Gava, direttore del reparto di Radioterapia oncologica dell’Aulss 9 di Treviso e presidente della Lilt di Treviso.

Inoltre, per entrare nel vivo del tema trattato, sarà proposto un filmato contenente alcune interviste a familiari di bambini ammalati e ad ammalati adulti: saranno proprio loro, in prima persona, a raccontare quanto stanno vivendo.

Concluderà il pomeriggio un saluto musicale: si esibiranno Elisabetta Ghedin, Antonio Zancopé e Francesco Socal (clarinetti).

Il secondo appuntamento avrà luogo sabato 14 marzo, sempre alle 16 presso la Chiesa di Santa Croce; il tema sarà “I compagni di viaggio” e con Francesca Bonacini, infermiera di hospice, i familiari Orio Frassetto e Anna Orlando, Antonella Grobbo, medico di famiglia, e il volontario Sergio Cavallaro si intraprenderà un viaggio nel vissuto di coloro che, a vario titolo, si occupano di assistere ed accompagnare i malati nel loro doloroso percorso. Modererà Pasquale Borsellino, psicologo e psicoterapeuta responsabile dei consultori familiari dell’Ulss 8.

Il violino di Christian Saccon saluterà gli ospiti alla fine dell’incontro.

L’ultimo incontro, “Verso dove… Quali orizzonti?”, si svolgerà sabato 4 aprile, sempre nella Chiesa di Santa Croce alle 16. Al termine della rassegna Luigi Colusso, medico psicoterapeuta responsabile del progetto dell’Advar “Rimanere Insieme” per l’elaborazione del lutto, Gabriella Caramore, giornalista e autrice della trasmissione televisiva “Uomini e profeti” (Rai Tre), e Salvatore Geraci, responsabile dell’area sanitaria Caritas di Roma, offriranno una riflessione sulla fine del percorso della malattia e, di conseguenza, dell’accompagnamento, illustrando quali orizzonti si possono aprire in un momento doloroso come questo.

A conclusione, l’esibizione di Tolo Marton (chitarra).

Gli incontri sono aperti a tutti e la partecipazione è gratuita.

Per informazioni: Advar, tel. 0422 432603, email: info@advar.it, www.advar.it;

Ufficio stampa Advar Onlus

Ilaria Tonetto
koiné comunicazione
tel. 0422 460836; cell. 348 8243386
koine@koinecomunicazione.it